Spazio dedicato a libri, pubblicazioni e fumetti
Rispondi al messaggio

un giro sull'autor-stronco?

mercoledì 7 settembre 2005, 20:35:19

vorreste finalmente stroncare quel libro che tutti i vostri amici hanno incensato (probabilmente senza averlo letto) e che voi proprio non siete riusciti a leggere perchè l'avete trovato terribilmente noioso, assolutamente incomprensibile, inutile, troppo lungo, fastidiosamente intellettuale o decisamente troppo costoso?
allora mettete una moneta e fate un giro sull'autor-stronco e turbinerete liberi di colpire a destra e a sinistra (solo per par condicio)
vorreste uccidere Baricco? vorreste bruciare Manzoni? trovate Dante un pò ampolloso? considerate Asimov un visionario drogato?
questo è il posto per voi!
nessun rispetto per i mostri sacri
nessuna remora
un giro sull'autor-stronco e vi sentirete liberi

(andate a dare una occhiata alle stroncature di Eco sul suo "diario minimo" e ispiratevi, e magari stroncate anche lui)





Inizio io:

- Moby Dick :cry: :cry: :cry:
- Il giorno della civetta di Sciasciaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa :ko: :ko: :ko:

giovedì 8 settembre 2005, 09:46:03

Si, va bene, una faccina è meglio di mille parole, ma se non aggiungi altro mi perplimi.
Da non-lettore vorrei sentire le feroci, e magari sarcastiche, critiche su Moby Dick ed il giorno della civetta.
Ciao, Alone.

giovedì 8 settembre 2005, 10:09:04

Io inserisco le mie due bestie nere, abbandonate entrambe poco oltre pagina 23 per incapacità  di proseguire oltre (e quindi forse una completa stroncatura é prematura):
1) Moby Dick
2) Il Dottor Zivago (tengo buona solo la colonna sonora del film)

Forse un giorno riusciro' a finirli ... o forse saranno loro a darmi il colpo di grazia!

giovedì 8 settembre 2005, 13:50:54

Alone ha scritto:Si, va bene, una faccina è meglio di mille parole, ma se non aggiungi altro mi perplimi.
Da non-lettore vorrei sentire le feroci, e magari sarcastiche, critiche su Moby Dick ed il giorno della civetta.
Ciao, Alone.


Sciascia è solo un caprone espiatorio :D di tutti i libri in dialetto spacciati per capolavori di italiano... oltretutto la trama è trita e ritrita, il libro non scorre assolutamente... all'epoca forse poteva essere originale ecc... ma ora per me è passato :ko:


Per moby dick.. un romanzo che passa 100 pagine a descrivere i tipi di balene e altrettante a descrivere i tipi di arpioni e strumenti vari per la pesca alle balene non merita di essere manco aperto :ko: -__-

venerdì 9 settembre 2005, 08:39:36

.....e che ne pensate de "La coscienza di Zeno" di Svevo?

dopo le prime righe è iniziata la lotta:
"o ti finisco io riga dopo riga o mi finisci tu!"

a pagina 10: la tregua!

abbiamo lasciato perdere!!!

venerdì 9 settembre 2005, 10:39:51

Brava morgana!!! E chissene frega del fatto che sto qua debba smettere di fumare... :D :D

venerdì 9 settembre 2005, 16:56:31

I malavoglia... non è solo il titolo del libro ma anche il modo in cui l'ho letto :D

lunedì 12 settembre 2005, 12:55:04

La coscienza di Zeno e' il libro piu' palloso del mondo: monocorde, ripetitivo, privo di qualunque forma di humor (mi spiace, professoressa Fiore, ma lo humor e' ben altro). L'ho finito di leggere solo perche' la squolha mi ha imposto di farlo.

In vita mia ho finito di leggere tutti i libri iniziati eccetto uno: Il nome della rosa. Ma e' giusto cosi', lo avevo acquistato spinto da un'onda consumistica, non da sincero interesse.

Ho poi letto le prime due pagine del Signore degli anelli. So da sempre che il fantasy mi piace come gioco ma non come genere letterario. Quindi, caro Tolkien, non ti offendere, ma non ti leggero'. Ho solo voluto assaggiarti un po', come quando ogni tanto insisto nel riprovare i funghi: NON MI PIACCIONO, mollicci, viscidi, noiosi, oscuri!

Appena accettabile, infine, La guida intergalattica per gli autostoppisti, ma mi sembra eccessivo il fanatismo che ha suscitato in tutti quei fan adoranti.

Credo che il thread si limiti ai libri davvero letti, mi permetto comunque di segnalare anche opere lette a brani a squolha: La Gerusalemme liberata, Tristano e Isotta, L'Orlando furioso.
Ultimamente ho rivalutato L'iliade, ma ho ancora forti dubbi su L'odissea. Nessuna pieta' invece per Bucoliche e Georgiche.

mercoledì 14 settembre 2005, 00:14:12

Milo ha scritto:La coscienza di Zeno e' il libro piu' palloso del mondo: monocorde, ripetitivo, privo di qualunque forma di humor (mi spiace, professoressa Fiore, ma lo humor e' ben altro). L'ho finito di leggere solo perche' la squolha mi ha imposto di farlo

Penso che sia uno dei miei libri preferiti -__-

Milo ha scritto:Ho poi letto le prime due pagine del Signore degli anelli. So da sempre che il fantasy mi piace come gioco ma non come genere letterario.

è nettamente il mio genere preferito... -__- -__-

Milo, è bello trovare qualcuno con i tuoi stessi gusti... :D :D :D :D

Di mio ci metto:

- La saga di Elminster. La serie più trash della fantasy e della letteratura in genere. Scritta male, con una trama senza senso... Se non fosse che parla di chi parla... [o)]
- Le ultime lettere di Jacopo Ortis
- I malavoglia

(questi ultimi due letti arrancando per la scuola, ma non proprio letti letti... :P :P )

mercoledì 14 settembre 2005, 09:04:09

devo essere sincera...
io la coscienza di zeno avrei dovuto leggerlo per la scuola.....avrei!!! -__-

non ce la potevo fare!!!! -__-

mercoledì 14 settembre 2005, 10:58:47

Blasfemi!!!!!!

Appunti di Chimica di Geobaldo è nettamente il peggio del peggio e non c'è confronto con i capolavori che state massacrando così impunemente. [B(] [B(] [B(]

mercoledì 14 settembre 2005, 11:05:00

[:O] chimica?!?!? [:O]


[B(] [|(] [B(] chi osa stroncare la chimica?!?!?! [B(] [|(] [B(]

mercoledì 14 settembre 2005, 11:09:13

:P :P :P


è bello vedere tutte queste idee contrastanti!!!

il mio libro preferito in assoluto è già  stato bocciato! [:(]

venerdì 16 settembre 2005, 13:40:20

Che sarebbe?

Io stroncherei volentieri.. mmm vediamo...

1) "Io Uccido" di Faletti (il cabarettista mascherato ha dimenticato che per scrivere in italiano non basta fingere di tradurre un libro americano)
2) "Il Codice Da Vinci" di Dan Brown (in pratica un grosso Martin Mystere scritto con ritmi da thriller... non vale quanto è stato osannato dal pubblico)
3) 1984 di Orwell (non so bene perchè, ma su tre tentativi non sono mai riuscito a superare pag. 60 senza cadere in letargo)

:)
Rispondi al messaggio